• Home
  • News
  • Sinplus, dopo il Pride l’Isola di Wight

Sinplus, dopo il Pride l’Isola di Wight

  • Blog

Reduci dallo show tenuto nel fine settimana a Lugano nell’ambito del Pride 2018, Gabriel e Ivan Broggini si apprestano a spiccare il volo verso il Regno Unito

A poche settimane dall’uscita di “Dreams”, l’ultimo singolo, sabato i due fratelli locarnesi si sono presentati sul palco carichi di energia. Energia che si è immediatamente amalgamata ai mille colori della manifestazione e alle centinaia di riflessioni riportate sugli striscioni dei partecipanti.

Gabriel, cosa ha rappresentato per voi questo live?
«Ci ha reso molto felici. Felici di avere potuto prendere parte a una manifestazione così importante che, finalmente, è sbarcata anche alle nostre latitudini».

Avete partecipato anche alla parata?
«No, purtroppo, no... Eravamo impegnati con il soundcheck...».

Durante lo show hai sfoggiato una bella t-shirt con un messaggio molto chiaro: “Fuck what people think”...
«Tutti noi, noi essere umani, dobbiamo stare bene con noi stessi: il giudizio degli altri non (ci) serve...».

Tra pochi giorni, il 22 giugno, vi esibirete sull'Isola di Wight, nel corso del 50esimo anniversario dello storico festival britannico. Che effetto vi fa?
«Quella del 22 giugno è anche la nostra prima data in Inghilterra. Siamo molto emozionati. Non posso nasconderlo».

Quanti i pezzi in scaletta?
«Una decina, tra cui “Dreams” e “Runnin' Wild”».

Vi esibirete con la band oppure in duo?
«Con la band al completo...».

Come ha preso forma l'ingaggio?
«Grazie a un'agenzia che da qualche mese ci rappresenta in territorio britannico...».

A Londra, il 4 luglio, è in programma un altro show...
«Ci esibiremo per la ong War Child. Nei giorni precedenti, comunque, terremo altri quattro live in Inghilterra: concerti che ci hanno appena confermato e che annunceremo a breve».

Quando il prossimo show da queste parti?
«Presumibilmente in luglio, non appena rientreremo in Ticino».

Fonte: Tio.ch

TicinoPride

Seguici